(Italiano) In memoria di Dietrich Fischer

ORIGINAL LANGUAGES, 26 Oct 2015

Johan Galtung – TRANSCEND Media Service

18 ottobre 2015

Cari Membri di Transcend – molti di voi proposti da Dieter! – il mio caro amico, cofondatore di Transcend nel 1993 con me e Fumiko Nishimura, ci ha lasciato oggi dopo una breve degenza ospedaliera in coma, sostanzialmente a causa del suo diabete da molti anni.

Prof. Dietrich Fischer

Prof. Dietrich Fischer

Molto competente in matematica, modellistica ed economia, è stato per tanti anni professore a New York, fino a un precoce pensionamento e una piena dedizione a Transcend, dapprima da Basilea, Svizzera, poi in Germania; in particolare responsabile della Transcend University Press (TUP) e in qualità di consigliere d’amministrazione di Transcend in toto.

Era particolarmente impegnato per la pace ed espresse molto spesso la sua contentezza di lavorare per la pace anziché per la crescita economica insita nelle teorie economiche. Ma aveva trovato anche un importantissimo campo intermedio di specializzazione: l’economia del disarmo. Il suo lavoro basilare, tuttavia, fu su Karl Menger e sulla forza in quanto forti in se stessi, non nel senso di al di sopra degli altri.  Applicò questo al potere militare, contrastando la strategia svizzera del 1971 e proponendo una efficacissima forza difensiva con l’assenza d’intenti e di capacità di attaccare altri, neppure in reazione a un attacco..  La storia svizzera illustra ad abundantiam la validità di questa tesi.

Caro, caro Dieter – manchi profondamente. Ma la mente mi si volge dalla tristezza alla gratitudine per te per la nostra meravigliosa amicizia – 40 anni buoni di cooperazione senza screzi! Ti riferivi spesso a te stesso come flemmatico, imperturbato dagli alti e bassi della realtà – compresa la nostra piccola parte di essa, Transcend – affrontando i problemi così come si presentavano, avendo una prospettiva a lungo termine, acquisita con l’esperienza. Innumerevoli furono i dialoghi fra noi, l’interpellarsi e l’apprendimento reciproci, mai dibattiti per dimostrare di aver ragione.

Celebriamo dunque la tua vita pur deplorando che tu non sia più fra noi, con profonda gratitudine per tutto quel che hai fatto per ispirare e aiutare — e per la pace in generale. Requiescat in pace.

il tuo amico Johan

Go to Original – serenoregis.org

 

Share this article:


DISCLAIMER: The statements, views and opinions expressed in pieces republished here are solely those of the authors and do not necessarily represent those of TMS. In accordance with title 17 U.S.C. section 107, this material is distributed without profit to those who have expressed a prior interest in receiving the included information for research and educational purposes. TMS has no affiliation whatsoever with the originator of this article nor is TMS endorsed or sponsored by the originator. “GO TO ORIGINAL” links are provided as a convenience to our readers and allow for verification of authenticity. However, as originating pages are often updated by their originating host sites, the versions posted may not match the versions our readers view when clicking the “GO TO ORIGINAL” links. This site contains copyrighted material the use of which has not always been specifically authorized by the copyright owner. We are making such material available in our efforts to advance understanding of environmental, political, human rights, economic, democracy, scientific, and social justice issues, etc. We believe this constitutes a ‘fair use’ of any such copyrighted material as provided for in section 107 of the US Copyright Law. In accordance with Title 17 U.S.C. Section 107, the material on this site is distributed without profit to those who have expressed a prior interest in receiving the included information for research and educational purposes. For more information go to: http://www.law.cornell.edu/uscode/17/107.shtml. If you wish to use copyrighted material from this site for purposes of your own that go beyond ‘fair use’, you must obtain permission from the copyright owner.


Comments are closed.