(Italiano) Aosta 28 aprile 1945-28 aprile 2017. Lettura collettiva della Costituzione della Repubblica Italiana in Piazza Chanoux

ORIGINAL LANGUAGES, 1 May 2017

Silvia Berruto – TRANSCEND Media Service

ITALY, AOSTA VALLEY, AOSTA
Piazza Chanoux
28 aprile 2017

Il 28 aprile 1945 AOSTA fu liberata dal fascinazismo.
Per opera delle Partigiane e dei Partigiani.
Gli Americani arrivarono il 3 maggio.

Il progetto culturale Collettivamente memoria ha rinnovato anche nel 2017 l’invito alla cittadinanza per una lettura collettiva della Costituzione.

In piazza che è uno dei luoghi di responsabilità e proprietà collettivi.

Nella piazza principale della città in cui entrarono le partigiane liberatrici e i partigiani liberatori.
Ad Anna Cisero Dati, staffetta, anche quest’anno ho dedicato la lettura collettiva della Costituzione.

A tutte le donne e gli uomini resistenti tra cui cito anche alcuni della mia terra.

DEDICATO A:

Ida Desandré

Italo Tibaldi
le deportate e i deportati politici

Francesco Capitanio e Francesco Gallinari

Orlando Bee

Paqualino Canazza

Elsa Pellizzari

Lino Pedroni

Romano Colombini

Agape Nulli

Aldo Giacomini

i 600.00 IMI italiani

La lettura collettiva intende essere l’omaggio e il ringraziamento a tutte le donne e a tutti gli uomini resistenti che hanno lottato per la libertà.

Anna dice: ” Abbiamo lottato per NOI, per quelli che sarebbero venuti, e anche per gli altri “: gli antagonisti.

Inflessibile sulla necessità del dialogo sempre e con tutti l’insegnamento di Orlando Bee.

Questi insegnamenti sono pepite che dobbiamo comunicare e mettere in comune coi giovani.

Per fare storia e memoria.

Con le parole di Carlo Azeglio Ciampi, nella Prefazione del libro Uomini e città della Resistenza di Piero Calamandrei (giugno 2005).

” Dalla Resistenza discende la Carta costituzionale, garante dei diritti democratici di tutti gli Italiani, di ogni parte politica.”
In piazza si fa una lettura informale.
Ogni partecipante legge un articolo della Costituzione a piacere e, se lo desidera, lo commenta.

10 i cittadini partecipanti del 28 aprile 2017 per una lettura rapida a causa di un vento gelido.
… Come se il tempo atmosferico non avesse gelato le membra e i cuori dei Partigiani.

La lettura si apre con il gesto simbolo della de-posizione, a mia cura, di una copia della Costituzione a terra.
Riparare la Costituzione dal suolo: a ricordarci e a significare che la Costituzione è di tutte e di tutti e che tutti dobbiamo difenderla, evitando che sia calpestata. Anche inavvertitamente.

A garanzia dei diritti di tutte e di tutti tra cui, e proprio in questi giorni è necessario ricordarlo in questa città.

Anzi per me è necessario urlarlo l’Articolo 21 (primo comma):

TUTTI HANNO IL DIRITTO DI MANIFESTARE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE.

Sono stati letti i Principi fondamentali ed alcuni altri articoli.
Il lavoro, l’uguaglianza, le donne e i diritti, l’accoglienza dello straniero, il ripudio della guerra, la sovranità sono stati oggetto della riflessione collettiva.

Con l’Europa di Altiero Spinelli nel cuore.

Consapevoli che sarebbe meglio attuarla compiutamente la Costituzione, prima di cambiare “la grande incompiuta” (Calamandrei Piero).

La lettura si è conclusa con l’Articolo 9: “La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”.

“Ognuno vede ciò che sa” .
Questo slogan-mònito di Bruno Munari, con cui ho aperto alcune di letteratura e le lezioni di fotografia che ho tenuto per anni al Progetto Giovani di Aosta.

Contro il logorìo delle censure e dell’ignoranze di sempre, serve CULTURA.

A chi è felice di obbedire, anche incondizionatamente, rispondo con le parole di Don Lorenzo Milani quando dice: “L’obbedienza – se mai lo è stata, nda – non è più una virtù”.

Spesso non collaborare è un dovere.
Oltre che un diritto.

__________________________________

Silvia Berruto – giornalista contro il razzismo, antifascista, amica e persuasa della nonviolenza.

® Riproduzione riservata

Go to Original – silviaberruto.wordpress.com

 

Share this article:


DISCLAIMER: The statements, views and opinions expressed in pieces republished here are solely those of the authors and do not necessarily represent those of TMS. In accordance with title 17 U.S.C. section 107, this material is distributed without profit to those who have expressed a prior interest in receiving the included information for research and educational purposes. TMS has no affiliation whatsoever with the originator of this article nor is TMS endorsed or sponsored by the originator. “GO TO ORIGINAL” links are provided as a convenience to our readers and allow for verification of authenticity. However, as originating pages are often updated by their originating host sites, the versions posted may not match the versions our readers view when clicking the “GO TO ORIGINAL” links. This site contains copyrighted material the use of which has not always been specifically authorized by the copyright owner. We are making such material available in our efforts to advance understanding of environmental, political, human rights, economic, democracy, scientific, and social justice issues, etc. We believe this constitutes a ‘fair use’ of any such copyrighted material as provided for in section 107 of the US Copyright Law. In accordance with Title 17 U.S.C. Section 107, the material on this site is distributed without profit to those who have expressed a prior interest in receiving the included information for research and educational purposes. For more information go to: http://www.law.cornell.edu/uscode/17/107.shtml. If you wish to use copyrighted material from this site for purposes of your own that go beyond ‘fair use’, you must obtain permission from the copyright owner.


Comments are closed.