(Italiano) Aosta. Ero Straniero. Iniziata ieri la raccolta firme

ORIGINAL LANGUAGES, 4 Sep 2017

Silvia Berruto – TRANSCEND Media Service

 “Se voi però avete il diritto di dividere il mondo in italiani e stranieri
allora vi dirò che, nel vostro senso, io non ho Patria e reclamo il diritto di dividere il mondo in diseredati e oppressi da un lato, privilegiati e oppressori dall’altro.  Gli uni sono la mia Patria, gli altri i miei stranieri”.

— don Lorenzo Milani, “L’obbedienza non è più una virtù”

2 Set 2017

115. Sono le firme raccolte ad Aosta, ieri e questa mattina, per Ero Straniero, campagna per cambiare il racconto sull’immigrazione.
Una legge di iniziativa popolare per superare la legge Bossi-Fini, Legge 30 luglio 2002, n. 189 “Modifica alla normativa in materia di immigrazione e di asilo” (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 199 del 26 agosto 2002 – Suppl. ord.) e investire su accoglienza, lavoro, inclusione.

Proposta di legge di iniziativa popolare

Anche se non condivido la parola “investire” ed alcuni altri aspetti della proposta, sono fra le attiviste e gli attivisti mobilitati per questa raccolta firme.

Contro il logorìo del leghismo moderno sosteniamo per tutte e per tutti: più diritti, libera circolazione, accoglienza, scuola, lavoro, sanità, diritto al voto per una vita degna di essere chiamata tale attraverso buone pratiche.

Contro il logorìo di guerre, passate presenti e future, desideriamo un mondo nonviolento.
NOI, in tante e tanti, abbiamo lavorato, e lavoriamo, per “Un’altra difesa è possibile” 

 

LA DIFESA NONVIOLENTA ENTRA IN PARLAMENTO

SEMINARIO PER PREPARARE LA FASE 3 DI ALTRADIFESAPOSSIBILE

Ho sostenuto e firmato:
“Una persona, un voto”. Appello all’Italia civile
Viterbo. “A che punto è la notte”
Un incontro a Viterbo sullo stato della campagna “Una persona, un voto”

Letture.
Siamo sulla strada sbagliata, occorre urgentemente una nuova politica di pace per il Mediterraneo
LA UE abbandona i profughi. E’ tempo di gridare “NO”. Don Mussie Zerai
Solidarietà con Don Mussie Zerai, Padre Mosé: il delitto di solidarietà non esiste!

_________________________________________

Silvia Berruto – giornalista contro il razzismo, antifascista, amica e persuasa della nonviolenza.

 

® Riproduzione riservata

Go to Original – silviaberruto.wordpress.com

 

Share this article:


DISCLAIMER: The statements, views and opinions expressed in pieces republished here are solely those of the authors and do not necessarily represent those of TMS. In accordance with title 17 U.S.C. section 107, this material is distributed without profit to those who have expressed a prior interest in receiving the included information for research and educational purposes. TMS has no affiliation whatsoever with the originator of this article nor is TMS endorsed or sponsored by the originator. “GO TO ORIGINAL” links are provided as a convenience to our readers and allow for verification of authenticity. However, as originating pages are often updated by their originating host sites, the versions posted may not match the versions our readers view when clicking the “GO TO ORIGINAL” links. This site contains copyrighted material the use of which has not always been specifically authorized by the copyright owner. We are making such material available in our efforts to advance understanding of environmental, political, human rights, economic, democracy, scientific, and social justice issues, etc. We believe this constitutes a ‘fair use’ of any such copyrighted material as provided for in section 107 of the US Copyright Law. In accordance with Title 17 U.S.C. Section 107, the material on this site is distributed without profit to those who have expressed a prior interest in receiving the included information for research and educational purposes. For more information go to: http://www.law.cornell.edu/uscode/17/107.shtml. If you wish to use copyrighted material from this site for purposes of your own that go beyond ‘fair use’, you must obtain permission from the copyright owner.


Comments are closed.