(Italiano) 28 maggio 1974 – 28 maggio 2024. Cinquantesimo anniversario della strage di Piazza della Loggia a Brescia

ORIGINAL LANGUAGES, 17 Jun 2024

Silvia Berruto – TRANSCEND Media Service

Italy, Lombardia, Brescia, Piazza Loggia, oggi martedì 28 maggio 2024

Parte seconda –

16 Giu 2024 – Uno studente, alla mia sinistra, regge un mazzo di fiorida più di due ore.

Lo tiene come si tiene un neonato.

Con una delicatezza che non so esprimere.

Le sue compagne e i suoi compagni, provati, restituiscono nella com-partecipazione umana, culturale e politica, il senso dell’essere qui, oggi.

Intorno a me ci sono studentesse, studenti, cittadine e cittadini di tutte le età.

Alla mia destra le studentesse e gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, le associazioni cittadine, i sindacati, i partiti politici in corteo sfilano incessantemente dalle 8e30 della mattina per effettuare il mai consueto omaggio floreale alla stele che ricorda gli otto morti della bomba.

L’omaggio alla stele è un rito (forte) che lascia a bocca aperta.

Ogni volta.

Non è possibile farci l’abitudine.

Per ore, con accesso da una strada laterale  entrano in Piazza della Loggia compagini di appartenenze diverse con un omaggio floreale che depongono davanti alla stele commemorativa con una dolce determinazione politica, in un composto silenzio e in un tributo commosso.

Il 28 maggio 1974 il discorso ufficiale fu tenuto da Franco Castrezzati.

Durò circa 46 secondi.

Fu interrotto alle ore 10 e 12 dallo scoppio della bomba.

A 50 anni dalla strage 

FIGLI NIPOTI PRONIPOTI 

RILEGGONO IL MANOSCRITTO DEL DISCORSO INTEGRALE 

DI FRANCO CASTREZZATI.

98 anni 

presente oggi in Piazza della Loggia

Il Discorso integrale di Franco Castrezzati – 28 maggio 1974 – Piazza della Loggia – Brescia

Oggi 28 maggio 2024 l’orazione ufficiale è a cura di Maurizio Landini.

L’elenco della lotte per i diritti e dei diritti acquisiti che cita Landini è storicamente notevole.

«La crescita democratica e civile di questo paese è avvenuta nel momento in cui si sono estesi i diritti e le tutele delle lavoratrici e dei lavoratori, nei luoghi di lavoro e nella società.

I diritti non li ha mai regalati nessuno.

Sono sempre stati conquistati.

E la Costituzione dentro alle fabbriche ci arriva proprio negli anni 1969 nel 1970.

La conquista del contratto nazionale di lavoro, della democrazia consiliare, del diritto allo studio – delle 150 ore -, il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) nasce in quegli anni, il diritto alla casa, il diritto delle donne di decidere sul proprio corpo e di autodeterminarsi, gli asili, le scuole a tempo pieno, il voto sul divorzio, la legge 180.

Tutto questo è avvenuto grazie alla lotta delle lavoratrici e dei lavoratori, alla crescita sociale e civile di questo paese.

Ed è evidente che proprio in quegli anni quello con cui si è dovuto fare i conti è stato un disegno eversivo e fascista che voleva contrastare quel processo.

Ma va detto: quella logica, quell’eversione fascista grazie alla lotta delle lavoratrici e dei lavoratori è stato sconfitto».

«Il cammino non è concluso» ha dichiarato Manlio Milani.

Due processi sono in corso.

Il 29 maggio 2024 è iniziato il processo nei confronti di Marco Toffaloni, all’epoca della strage minorenne.

Domani (18 giugno 2024, ndr) riprende il processo di fronte alla Corte d’Assise di Brescia nei confronti di Roberto Zorzi.

«Ma il cammino verso la verità non avrebbe potuto limitarsi al contesto giudiziario.

Era necessario in questi cinquanta anni interloquire con i ragazzi, i loro docenti, con la scuola e l’università bresciana e nazionali.

Migliaia di percorsi di educazione alla cittadinanza, proposte didattiche, interventi in aula, esperienze di scambio, convenzioni, protocolli, ricerca, seminari e convegni narrano della profonda attenzione con cui questo obiettivo è stato perseguito».

Collettivamente memoria è un progetto culturale ideato dalla sottoscritta, autoprodotte e autofinanziato.

Non ha mai ricevuto finanziamenti da istituzioni.

Ha fatto, e fa azioni, nel spazi di proprietà e di responsabilità collettivi: la piazza, la scuola, la biblioteca.

In Aosta, in Valle d’Aosta (Italy) e non solo.

Su Piazza della Loggia Collettivamente memoria ha organizzato numerose iniziative a partire dal 2011.

Ad Aosta all’Espace Populaire per la prima volta per il pubblico.

A Palazzo Regionale con gli studenti.

In Biblioteca Regionale di Aosta.

Ha ospitato in tutti gli spazi collettivi pubblici su citati Manlio Milani molte volte, l’Avvocato Silvia Guarneri ben due volte e, nel 2017, l’Avvocato Federico Sinicato avvocato di parte civile dei parenti dei caduti di Piazza della Loggia e dei parenti delle vittime di Piazza Fontana.

Numerosi volumi monografici sulla strage di Piazza della Loggia mi sono stati regalati da Manlio Milani e dalla Casa della Memoria.

Per scelta civile ho inteso metterli in comune proprio come ‘un bene comune’ depositandoli presso il fondo bibliotecario valdostano.

Sempre per la verità’’.

Al Teatro Grande di Brescia ha concluso il lungo momento istituzionale il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con un intervento politico e democratico .

«Oggi la Repubblica Italiana è Brescia, è Piazza della Loggia, è questo teatro, con la presenza e il coinvolgimento di tante persone».

________________________________________________

 Silvia Berruto è membro della rete TRANSCEND per la Pace, Sviluppo e Ambiente, giornalista contro il razzismo, antifascista, amica e persuasa della nonviolenza.

® Riproduzione riservata

Go to Original – silviaberruto.wordpress.com


Tags:

Share this article:


DISCLAIMER: The statements, views and opinions expressed in pieces republished here are solely those of the authors and do not necessarily represent those of TMS. In accordance with title 17 U.S.C. section 107, this material is distributed without profit to those who have expressed a prior interest in receiving the included information for research and educational purposes. TMS has no affiliation whatsoever with the originator of this article nor is TMS endorsed or sponsored by the originator. “GO TO ORIGINAL” links are provided as a convenience to our readers and allow for verification of authenticity. However, as originating pages are often updated by their originating host sites, the versions posted may not match the versions our readers view when clicking the “GO TO ORIGINAL” links. This site contains copyrighted material the use of which has not always been specifically authorized by the copyright owner. We are making such material available in our efforts to advance understanding of environmental, political, human rights, economic, democracy, scientific, and social justice issues, etc. We believe this constitutes a ‘fair use’ of any such copyrighted material as provided for in section 107 of the US Copyright Law. In accordance with Title 17 U.S.C. Section 107, the material on this site is distributed without profit to those who have expressed a prior interest in receiving the included information for research and educational purposes. For more information go to: http://www.law.cornell.edu/uscode/17/107.shtml. If you wish to use copyrighted material from this site for purposes of your own that go beyond ‘fair use’, you must obtain permission from the copyright owner.

There are no comments so far.

Join the discussion!

We welcome debate and dissent, but personal — ad hominem — attacks (on authors, other users or any individual), abuse and defamatory language will not be tolerated. Nor will we tolerate attempts to deliberately disrupt discussions. We aim to maintain an inviting space to focus on intelligent interactions and debates.

1 × 5 =

Note: we try to save your comment in your browser when there are technical problems. Still, for long comments we recommend that you copy them somewhere else as a backup before you submit them.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.